Intervista a “La Casalinga Ideale” sulla Sopravvivenza Domestica ed il Risparmio Quotidiano

la casalinga ideale

Un marito, tre figli, una casa e mezzo lavoro. Così si presenta Giorgia, l’ormai seguitissima autrice de “La Casalinga Ideale”, un blog di sopravvivenza domestica che è diventato anche un e-book molto apprezzato dalle casalinghe, dalle mamma e anche da ragazze come me che lavorano a tempo pieno, non hanno figli ma hanno tanto bisogno di consigli utili per gestire appartamento, cucina, salvadanaio e fidanzato! Ecco l’intervista a Giorgia ed i suoi trucchi per tenere tutto sotto controllo la casa e far quadrare i conti.

Come nasce “La Casalinga Ideale” e perché?

La Casalinga Ideale nasce nel 2006 quando se digitavi sul motore di ricerca Google la parola “casalinga” uscivano fuori figure molto sconvenienti e in tutte le posizioni. Così ho creato il sito e un forum per tutte le donne che cercavano un confronto e la condivisione di rimedi e faccende domestiche. In breve tempo il sito ha scalato la classifica dei motori di ricerca. Ed eccomi qui. Il mestiere più antico del mondo non è forse quello della casalinga?

Ideale si, perfetta no. Svelaci i tuoi 3 principali difetti così potremo sentirci tutte un po’ meglio!

I miei tre difetti (solo tre??), in ordine: sono una (dis)organizzata cronica alla ricerca  del metodo “ideale” per la gestione domestica, che ovviamente non ho ancora trovato. Malgrado numerosi tentativi e ricette collaudate il mio ciambellone sembra una “schiacciata” quindi ho deciso che mi dedicherò alle crostate che non hanno bisogno di lievitazione. In ultimo le macchie sul bucato: restano lì a guardarmi e a ridere di me anche quando tratto, pre-tratto, ammollo, igienizzo ecc.

Spesso parli del risparmio e di come far quadrare sempre i conti in casa. Preferisci la contrattazione face-to-face al mercato sotto casa oppure i codici sconto online?

Oh no…del mercato mi piace sì il contatto, ma solo per le chiacchiere tra amiche “cosa prepari per cena?”, “come cucini il polpettone?” “come è andato il pranzo domenica?” …non sono una che si “affeziona” al prodotto, mi piace testare, mi piace cambiare negozio o banco del mercato. Mi fermo solo dove trovo un buon rapporto qualità-prezzo. Per quanto riguarda i codici sconto online li adoro ma ancora non sono patologica. Ho un astuccio in borsa con degli sconti che metto da parte e li uso solo se davvero quel prodotto mi interessa. Non senza aver valutato l’effettiva convenienza.

Quali sono i negozi dove acquisti di più e risparmi di più? E su cosa incentri i tuoi acquisti?

Faccio sempre uno studio accurato delle offerte e poi mi muovo di conseguenza. Ho la fortuna di abitare a Roma in una zona con alta concentrazione di supermercati e discount così mi posso permettere di scegliere ogni giorno il negozio più conveniente. E per non girare come una trottola decido una tabella di marcia, e gli acquisti da fare quotidianamente. Oggi carne, domani detersivi, ecc

Oltre ad essere una casalinga ideale, ti definiresti anche una risparmiatrice ideale?

Con il tempo e l’esperienza ho imparato a risparmiare.  Volantini, codici sconto ed un planner menu settimanale sono i primi tre passi da seguire. Poi però a questi ho aggiunto, con l’aiuto delle amiche che ogni giorno frequentano il mio sito, rimedi e consigli per cucinare ricette economiche (ma quanto può essere buona una minestra di patate e rosmarino la sera in inverno? ) o per riciclare gli avanzi della domenica (il pane raffermo, in forno con pomodoro e mozzarella diventa un piatto davvero sfizioso).

Per questo , se posso, vorrei citare un piccolo paragrafo del mio ebook che riguarda due giovani sposi che si accingono a fare la prima spesa per casa:

Ricordo ancora con un sorriso imbarazzato la prima spesa fatta al supermercato. Quella per “riempire” la credenza nella cucina ancora profumata di vernice fresca alle pareti, la spesa che si fa appena tornati dal viaggio di nozze, per capirci. La scena resterà memorabile per anni.

Mio marito ed io sembravamo due bimbi alle giostre. Presi ormai dall’entusiasmo di riempire la dispensa ci rincorrevamo da un reparto all’altro del negozio e con enfasi io gli proponevo “prendi la Nutella, il barattolo più grande così ne avremo per molto!” e poi ancora, senza minimamente far caso alle offerte e ai cartellini dei prezzi, lui indicando lo scaffale delle “schifezze” mi suggeriva con fare ammiccante come di chi la sa lunga sull’argomento “prendiamo i salatini che, se viene qualcuno, possiamo preparare un aperitivo e facciamo un figurone”. Poi abbiamo svuotato gli scaffali delle bibite, dei surgelati (per le scorte) e pacchi e pacchi di pasta e scatolame vario, neanche stessimo per affrontare di lì a breve una guerra termonucleare mondiale.

Rientrati in casa l’euforia di sistemare le sporte della spesa non ci faceva accorgere di ciò che mancava, ossia l’essenziale! E fu così che quella sera mangiammo patatine imbustate e pane in cassetta con Nutella. Solo l’indomani dovetti correre al supermercato sotto casa per acquistare olio, sale e zucchero, naturalmente a costi proibitivi!

tratto da La Casalinga Ideale Ebook – in vendita su Amazon e le migliori librerie online

Quali sono le tre caratteristiche fondamentali per diventare – o almeno provarci – una casalinga ideale?

Faccio sempre una piccola premessa quando mi chiedono come si fa a diventare una casalinga ideale. Se cerchiamo sul dizionario la parola “ideale” troviamo scritto: “che esiste sul piano delle idee, e non nella realtà”. Appunto, casalinga ideale: né perfetta, né eccezionale, piuttosto ideale, fantastica, immaginaria…

Uno. Trovare soddisfazione nella gestione della casa e della famiglia, quindi vivere con serenità la condizione di “casalinga”  perchè quando purtroppo non è una scelta ma una necessità può subentrare la frustrazione.

Due.  Casalinga vuol dire “imprenditoria femminile”. Lavare, stirare e cucinare è molto riduttivo. Significa molto di più. Quadrare un bilancio familiare con sempre meno risorse può diventare una sfida. Si intrattengono rapporti con fornitori (luce, banca, condominio, ecc) con i clienti (ospiti, parenti) e con i dipendenti (figli e marito che devono collaborare). Il tutto condito da tanto senso dell’umorismo.

Tre. Sfatiamo il mito della casalinga sciatta e trascurata. Curiamo il nostro fisico, la nostra forma e il nostro benessere psico-fisico. Banditi pigiamoni felpati e gambaletti color carne. La nostra serenità creerà un ambiente sano e felice in casa!

Commenti (0)

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

SCRATCH DEBUG :: not set