Saldi 2015: Tutto Quello che Dovete Sapere sui Saldi

saldi 2015 savoo

Saldi: una delle mie parole preferite insieme a “cioccolato” e “ferie”.  Tra venerdì 2 e sabato 3 gennaio i saldi sono iniziati in tutta Italia e, ovviamente, io ho già fatto il primo round. Dopo il mio primo giro tra i negozi, ho scelto l’opzione “Niente file, scazzottate e corse ai camerini”: questi saldi me li godo comodamente da casa, acquistando online. Prima di addentrarvi nei centri commerciali o tra i vari shop online, ecco cosa non vi hanno mai detto sui saldi e che dovete assolutamente sapere!

  1. Se durano più di un mese ci sarà un motivo. Durante l’anno le varie promozioni durano, solitamente, pochi giorni o settimane. Vi siete mai chiesti perché, invece, i saldi stagionali durano più di un mese? Gli articoli in saldo non sono sempre gli stessi, dall’inizio alla fine. C’è uno studio accurato sui capi messi in saldo all’inizio, durante e alla fine dei saldi perché si tende a seguire il grado di interesse dei consumatori: l’inizio è il periodo di maggiore affluenza, quindi si tenta di “rifilare” articoli vecchi o di scarso interesse a prezzi stracciati e si infila qualche capo interessante qua e là con uno sconto minimo. Passate le prime due settimane di saldi, l’interessa inizia a calare ed è proprio in questo momento che si tirano fuori i pezzi migliori e si iniziano ad alzare gli sconti per poi tornare alla cianfrusaglia inutile verso la fine, quando tutti tornano a fare l’ultimo giretto tra i saldi nella speranza di fare qualche buon affare.
  2. Gli ultimi saranno i primi. Mai frase fu più azzeccata di questa per descrivere il funzionamento dei saldi! La confusione, l’adrenalina e la fretta sono i principali nemici dello shopping in quanto sono le principali cause degli acquisti di impulso. “Lo prendo senza provarlo: costa solo 10 euro…”, “è l’ultimo pezzo, mi conviene prenderlo ora anche se non sono convinta altrimenti non lo trovo più”… ed è così che torni a casa con buste piene di relitti del dopoguerra pronti ad essere seppelliti nell’armadio a vita. Non abbiate paura di essere gli ultimi della fila alla cassa: significa che avrete avuto il tempo di scegliere con calma, provare con attenzione e decidere con intelligenza.
  3. Grandi catene o piccoli commercianti? Io sono una fan delle grandi catene per un semplice motivo: trovo qualità discreta, ampia scelta e prezzi accessibili. Eppure, ogni volta che vedo qualche cappottino o accessorio particolare indosso a qualcuna, scopro sempre che non è mai di H&M, Zara o Asos. Se amate i piccoli commercianti del vostro quartiere e volete approfittare dei saldi 2015, fate attenzione ai cartellini perché loro sono liberi di scrivere tutto quelli che vogliono senza alcun controllo. L’ideale è fare un giro prima dell’inizio dei saldi per puntare gli articoli desiderati e tenerne a mente i prezzi.
  4. Online o Offline? Questa è la domanda che mi sento fare più spesso, anche prima di “come stai?”. Sono una fan dello shop online e credo fermamente che offra molte più opportunità di risparmio grazie alle offerte lampo, i buoni tramite newsletter ed i codici sconto tradizionali. Nel negozio fisico non hai altro che l’arte della negoziazione, arte che si annulla completamente nel negozio di una grande catena dove i prezzi sono standard e non puoi contare sulla benevolenza della commessa. II saldi 2015 io me li godo online con sconti fino al 50% nei miei negozi preferiti, spedizioni gratuite quasi ovunque e molta più scelta di colori, taglie e modelli.

Se siete pronti con la carta di credito alla mano in direzione “Saldi”, ricordatevi di tenere bene a mente questi consigli. Fossi in voi, andrei a prendere un gelato…siamo ancora al 5 gennaio, gli sconti sono bassi e il meglio deve ancora venire. Iniziate la vostra ricerca online e chissà che non troviate occasioni migliori!

Commenti (0)

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

SCRATCH DEBUG :: not set